Amministratrice @unteconlapalma · Collaborazione - Autori Emergenti · Fantasy · Recensione

Recensione – CARSTALL e la spada di Ischeer – Fulvio Borrelli

“E verrà il giorno in cui coloro che perirono in battaglia torneranno dall’oblio. Tutto diventerà bianco come la neve. Il freddo di un cuore addolorato gelerà l’estate, e la vendetta camminerà nei luoghi in cui regnava la pace. Ghiaccio e silenzio. Nulla più. Il Grande Freddo su ogni cosa.”

Scheda Tecnica

  • Titolo: Carstall e la spada di Ischeer
  • Autore: Fulvio Borrelli
  • Data di Pubblicazione: 30 Giugno 2019
  • Genere: Fantasy
  • Casa Editrice: Lettere Animate Editore
  • Cartaceo: 12,74 euro
  • Ebook: 3,99 euro

Trama

Carstall è un giovane pescatore di Toscar, una tranquilla cittadina del Regno di Edens. La sua vita ordinaria viene stravolta quando Jivex, il Signore di Axisgard, torna dalla morte con il suo esercito di morti viventi, in cerca di vendetta. Carstall e i suoi amici sono costretti a scappare verso la capitale. Ma il viaggio è pieno di insidie, segreti e rivelazioni. Carstall non è chi crede di essere: egli è il solo che può fermare Jivex e il suo potentissimo Scettro di Ghiaccio. Ma per farlo dovrà aff rontare se stesso e il suo destino, in una missione contro il tempo, prima che l’antica profezia si avveri… e il Grande Freddo cali su ogni cosa.

Recensione

Piccola precisazione: ottima idea illustrare, tramite una mappa, il Mondo Antico che verrà narrato attraverso diverse città. Avere nero su bianco, la mappa aiuta i l lettore a inquadrare luoghi e tempi, importanti per il susseguirsi della storia. Dettaglio che dimostra una buona impostazione della storia stessa.

Carstall Kollett è il protagonista della storia, un giovane pescatore rimasto solo nella vita, abbandonato dalla madre e da un padre non pervenuto.

I suoi punti di riferimento sono il migliore amico Farlow, un tipo che amato oppure odiate per la sua totale pigrizia, unita ad una grande dose di appetito costante. E il suo mentore Dars, capo pescatore, uomo fiore e risoluto, bacchettone apparentemente, punto di riferimento per Dars e per lo stesso Carstall, che assimilerà ogni insegnamento donato dalla sua saggezza, e non solo (alt, evitiamo spoiler).

Il tallone d’Achille del nostro protagonista è Milla Forrest, la ragazza del villaggio più bella e irrangiungibile per Carstall, suo sogno nascosto.

La vita dei nostri protagonisti verrà spezzata da una leggenda e un presagio maledetto che metterà in discussione ogni singolo personaggio, nel bene e nel male.

«Il Grande Freddo!» urlò all’improvviso Fred Gramp.
«Che stai farneticando?» domandò Braken.
Anche Carstall non capì cosa volesse dire con quella frase. Farlow, addirittura, pensò che il padre fosse uscito di senno.
«Il Grande Freddo», ripeté Gramp. «Nel Libro Nero esiste una profezia. Racconta del ritorno dell’esercizio dei Barbari. “Tutto diventerà bianco come la neve. Il freddo di un cuore addolorato gelerà l’estate, e la vendetta camminerà nei luoghi in cui regnava la pace”. COsì narra la profezia.»

Da grande amante dei fantasy, stupirmi veramente sembra molto difficile, perché cadere nei cliché è semplicissimo; fortunatamente in questa storia abbiamo un percorso molto interessante sia per la struttura che per il mutamento dei personaggio.

Sono felicissima di notare la direzione che stanno prendendo i personaggi delle ultime letture a tema fantasy perché ho notato la voglia di costruire l’immagine di un protagonista principale più vero e umile, capace di capire i propri limiti e lottare per superare le difficoltà, senza sentirsi mai superiore a nussuno. Aspetto che apprezzo molto.

La struttura del libro è ben equilibrata, in proporzione alla durata e il percorso che avviene nella storia. Non risulta mai lento o statico perché i momenti di “tranquillità” sono arricchiti da informazioni utili per il susseguirsi di eventi. Ci sono dei momenti di forte tensione che amplificano la tensione/gravità della situazione generale.

Diciamo che, per essere una serie, riesce a concludersi senza troppe domande in sospeso e stuzzicando le persone per un seguito.

La struttura è molto limpida, senza mai risultare troppo corposa oppure piena di spiegazioni (pipponi) lunghi e prolissi.

Se desiderate un buon fantasy con criterio e ben scritto…siete nel posto giusto.

Complimenti a Fulvio per questo buon lavoro e attendo, euforica il secondo.

Un bacio dalla vostra CAPPELLAIA MATTA,
Palma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...