Amministratrice @unteconlapalma · Collaborazione - Autori Emergenti · Narrativa · Recensione · Storico

Recensione – Una vita non basta – Claudio Gattini

Vi siete mai chiesti quanta storia possono raccontarci i nostri nonni o, se siete fortunati, i vostri bis nonni?

Ecco Claudio Gattini aiuta, noi lettori giovani, a comprendere uno dei periodi più decisivi dell storia, sotto l’ottica delle sensazioni, emozioni scandite e narrate con maestria.

Scheda Tecnica

Trama

Francesco, classe 1891, al tramonto della sua esistenza rammenta la sua vita, rievocando i ricordi durante la lettura degli appunti su un diario dalle pagine ingiallite scritto tra i primi del Novecento e il secondo dopoguerra. Attraverso il racconto intenso dello svolgersi della sua vita e di quella dei suoi cari, si rivivono le vicende storiche cui le loro esistenze si intrecciano. Sono gli anni difficili tra le due guerre mondiali, in cui si è costretti a scegliere da che parte stare. E così, una sorella di Francesco, Giovanna, ostetrica a Ferrara, coraggiosamente nasconde i dissidenti del regime mentre un’altra, Anna, sposa un funzionario del Partito fascista. Quando però vengono promulgate le leggi razziali del 1938, anche lei apre gli occhi e si pente delle scelte compiute, cercando di rimediare. La piaga della persecuzione razziale colpisce anche un amico di Francesco, Alfredo, con cui ha condiviso le sofferenze del primo conflitto mondiale. Storie di vita segnatamente privata e intima che si fondono con uno dei periodi più travagliati della storia d’Italia, a testimonianza di quanto profondamente le condizioni politiche, economiche e sociali di un popolo incidano nella quotidianità degli individui.

Biografia

Claudio Gattini vive e lavora a Ferrara. Per molti anni responsabile di impianti chimici e termici, esperto di normative in tema di sicurezza, attualmente svolge attività imprenditoriali nell’azienda di famiglia. Scrittore per passione, questo è il suo romanzo d’esordio.

Recensione

Il nostro protagonista è Francesco, un uomo segnato da un passato pesante come un macigno. Grazie ad alcune pagine ingiallite dal tempo, viene cullato verso un passato (non molto lontano) racchiuso in esso.

Da questo momento francesco rivivrà momenti attraversati sulla sua pelle, in un’epoca storica che oscilla tra i primi del Novecento e il secondo dopoguerra, quindi due guerre che porteranno le persone a sopravvivere in base alle proprie scelte e conseguenze.

Francesco non sarà solo perché verrà accompagnato dalle due sorelle che percorreranno due strade tortuose, in modi diversi; il miglior amico di Francesco, Alfredo vittima delle leggi contro gli ebrei, portandolo ad una fuga infinita.

Claudio ci guida attraverso una narrazione dettagliata, approfondita sotto ogni punto di vista, senza mai allontanarsi oppure distrarre la narrazione, forte e decisa.

Non avrete a che fare con situazioni inerenti a personaggi importanti nella storia ma gente comune disposta a sopravvivere, scegliere e rimanere delusi dalla legge, un destino già scritto senza nessun potere decisionale.

La cruda realtà vista sotto diverse ottiche e situazioni, singolarmente e collettivamente.

La cosa che notate fin da subito, è la scelta della scrittura utilizzata da Claudio. Scorrevole, lineare, racchiude al meglio stati d’animo e Storia con il giusto mix, emozionando anche l’animo più di ghiaccio.

Edo che questa storia sia un ottimo spunto di riflessione per i più giovani, per imparare, e per i più grandi, per ricordare.

Un libro emotivamente forte e costruttivo sotto tanti punti di vista.

Ottimo lavoro Claudio, super consigliato.

Un bacio dalla vostra CAPPELLAIA MATTA,

Palma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...