@jesslibri, Autori tra le righe, Collaborazione - Autori Emergenti, contributors

Autori tra le righe – @chiaramineoautrice

Scheda Tecnica

  • Nome autore: Chiara Mineo
  • Titolo opera: Brave Signora dei Draghi
  • Genere: Fantasy Romance
  • Data di pubblicazione: Marzo 2017

Trama

Brave ha diciotto anni, è fragile e indifesa. Esiliata dalla sua terra è costretta a fuggire dalle grinfie del Carceriere finché non incontra Dragos, il re vichingo di Neubourg. Brave non può sfuggirgli, è destinata ad essere sua: adesso appartiene al suo popolo. Per la prima volta, vicino a Dragos, sente di poter ascoltare il suo cuore, ma il passato cercherà di dividerli. Una crudele legge si frappone tra lei e il re: per i vichinghi l’amore è solo una debolezza. Brave dovrà imparare ad essere forte e coraggiosa; dovrà affrontare il passato e salvare il suo amore. Perché lei è la Signora dei Draghi e i draghi reclamano il suo sangue.

«No!» gridò ancora Brave, ribellandosi.
«Ferma!» ringhiò lui. L’agguantò per i capelli e la costrinse in ginocchio.
Poi, fissandola dritto negli occhi dorati, le disse: «Questo è il regno di Neubourg e queste sono le sue leggi.»
E la marchiò per sempre.

  • Formati Ebook e cartaceo
  • Prezzo Cartaceo €11,44
  • Prezzo Ebook €0,99
  • Dove si trova il romanzo: Amazon
  • Kindle Unlimited?
  • Titoli altri libri pubblicati:
  • Brave Signora dei Draghi, Signore D’inverno, Signora del Tempo, Signore della Morte, L’erede dei draghi (Neubourg Series). Enchanted L’inganno del corvo bianco, I rovi del male L’INFERNO, Le Spine del Pentimento IL PURGATORIO, A Time for Love, Il tempo che ci resta, La strada della libertà (edito Rizzoli).

Social

Domande

  • Che cosa vuoi dirci di te come persona, oltre che come autore/autrice?

Sono una ragazza semplice, mi circondo di libri e beh, sì… anche di cartoni animati, sono la mia passione. Nel tempo libero scrivo e leggo, adoro i film romantici e la Disney è il mio debole. Sono una ragazza che ama sognare. La sera mi piace gustare una Moretti al chiosco della piazza. Amo la tranquillità e la compagnia della mia cagnolina Joey.

  • Che cosa ti ha spinto a scrivere questa storia?

A volte penso che non ci sia un motivo particolare, ma col tempo mi accorgo che è nei momenti più complicati che mi siedo e inizio a scrivere, accade tutto inconsciamente. Ho solo bisogno di una fuga che riesco a trovare tra le pagine bianche, le riempio con le mie emozioni.

  • Qual è il messaggio del tuo libro?

Brave nasce proprio come una fuga, un mondo fantastico dove si può evadere, basta immergersi nel regno di Neubourg e dimenticare la realtà. Nella vita bisogna lottare, bisogna avere coraggio, è questo che dice Brave con le sue azioni, con la sua storia. Abbiate sempre il coraggio di vivere.

  • Che cosa vorresti trasmettere al lettore?

Vorrei che il lettore prima di immergersi nel mio libro lasciasse fuori dalla mente la realtà e ogni problema, e che si lasci condurre dalla fantasia di questa storia. Brave deve fare sognare, nasce affinché le persone possano distaccarsi dalla realtà e vivere questa fantastica avventura.

  • Come mai hai scelto questo genere?

Io amo il fantasy, a differenza degli altri generi non ho limiti, posso viaggiare con la fantasia e portare i miei lettori in mondi assurdi ma bellissimi.

  • Che cosa ritieni abbia di particolare il tuo romanzo?

I vichinghi. Bellissimi vichinghi, ma soprattutto donne che sanno tenere testa ai vichinghi.

  • Perché hai scelto di parlarmi di questa storia e non di altre che hai pubblicato?

Ho scritto altri libri prima di Brave, ma è stato questo che mi ha permesso di farmi veramente conoscere. È come se fosse diventato il mio punto di partenza.

  • C’è un personaggio particolare in cui ti identifichi di più? Se sì, perché?

Sarà insolito sentirmelo dire per chi ha già letto il libro, ma mi sento più simile a Celine. Il mio sogno è quello di diventare mamma un giorno, adoro i bambini, e Celine incarna la maternità.

  • Quando scrivi un romanzo sai già come andrà a finire la storia oppure parti da un’idea generale e poi ti lasci trasportare dal racconto stesso?

Ho sempre una scena in mente, tutto parte da lì, il resto arriva poco a poco. A volte scrivo trame che poi taglio. Preferisco partire solo da una scena e lasciarmi trasportare dalla tastiera.

  • Cosa rappresenta per te la scrittura? E a che età hai iniziato a scrivere?

La scrittura è un modo di evadere dalla realtà, mi concentro su ciò che scrivo e dimentico i miei problemi. Ho iniziato a 16 anni, all’epoca soffrivo di una pericolosa forma di scoliosi, non uscivo con le amiche, preferivo chiudermi in casa per non farmi vedere. Questo era abbastanza doloroso, l’unico modo per non pensarci era o leggere o scrivere. Per fortuna poi tutto è andato per il meglio, ma la scrittura resta il mio antidoto contro i problemi della vita. Il computer è il mio psicologo.

  • Stai già lavorando ad un nuovo romanzo?

Sì, sto scrivendo un contemporaneo. Ho deciso di cambiare genere, a volte alterno romance ai fantasy, un modo per staccare la spina.

  • Devi consigliare il tuo libro a un nuovo lettore. Cosa gli diresti?

Tempo fa ho cambiato le parole di una canzone di Cristina D’Avena, quella del Libro della Giungla, e mi è uscito fuori questo slogan: “Neubourg ci aspetta, andiamoci in fretta, è questa un’avventura per chi non ha paura. Neubourg ci attende, tra mille leggende. Dai vieni a Neubourg pure tu!”

A volte mi piace giocare con i lettori che mi seguono nella mia pagina, un modo per tenerci uniti. Non sono pazza, giuro.

Domande plus

  • Ti lascio libero/a di aggiungere tutto quello che vuoi sui tuoi romanzi e il lavoro che c’è stato dietro, o il tuo amore per la lettura e la scrittura.

Questa volta parlo a nome di tutte le autrici. Scrivere un romanzo non è semplice come sembra. Bisogna realizzare personaggi e dare loro un carattere forte e d’impatto. Bisogna intrecciare una trama solida che non annoi, ma che stimoli il lettore a continuare. Scrivere 300 pagine non è semplice, l’autore impiega molto tempo e in quelle pagine versa tutto se stesso. Quando leggete non state leggendo solo una storia, ma anche una parte di lui. I nostri libri non possono piacere a tutti, ma quando lasciate una recensione oltre ad essere onesti siate anche educati, perché nel libro che state descrivendo c’è anche l’anima dell’autore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...