Amministratrice @unteconlapalma, Collaborazione - Casa Editrice, Poesia, Recensione

Recensione – Istinti – Alessandro Ebuli

Buongiorno fanciulli, oggi parliamo di un libro di poesie in collaborazione con la Tempra Edizione, scritto da Alessandro Ebuli.

Rispetto alle precedenti uscite della Tempra Edizione (aspetto che ammiro e appoggio), abbiamo un nuovo cambio di stile e tematiche.

Scheda Tecnica

  • Collana: POETI URBANI
  • Volume: 4
  • Titolo: ISTINTI
  • Autore: ALESSANDRO EBULI
  • Editore: TEMPRA EDIZIONI
  • Genere letterario: POESIA
  • Lingua: ITALIANO
  • Pagine: 58 pp.
  • Anno di pubblicazione: 2019
  • Formato: BROSSURA
  • Listino: € 10,00

Disponibile esclusivamente in versione cartacea.

Trama

La raccolta poetica Istinti si caratterizza per l’impulsività e prepotenza dei suoi versi come richiamo agli istinti fondamentali nell’uomo: di vita e di morte, di sopravvivenza e autoaffermazione; trasformando il flusso di energia distruttiva, propria del dolore, in energia creativa fonte di gratificazione. L’intuizione che si rivela per lampi improvvisi sembra aver suggerito le liriche al poeta.

«Io non comprendo la nostra distanza
l’apparente corazza, uomini veri
animali di razza».

Biografia

Alessandro Ebuli scrittore, poeta e recensore musicale nasce a La Spezia nel 1975.
Il suo esordio letterario avviene con la silloge poetica Sotterraneo (ERETICA Edizioni, 2016). Successivamente pubblica le raccolte di racconti: Le dieci stanze (ERETICA Edizioni, 2017) e Incastri distanti (ERETICA Edizioni, 2018).
Ha partecipato a numerosi premi letterari qualificandosi come finalista e ha contribuito alla realizzazione di alcune antologie.
Istinti è la sua seconda opera poetica.

Recensione

Il punto focale delle poesie, citato anche nella prefazione di Marianna Iannarone, l’utilizzo di una poesia in prosa che permette ad Alessandro di essere libero di esprimere nel bene ma, soprattutto, nella verità.

Una verità fatta da cambiamenti, mutazioni, perdendo così il controllo di quello che ci circonda, annullando così sempre di più, dall’interno.

Un linguaggio diretto, senza “filtri” (un richiamo utilizzando riferimenti tangibile della nostra società) dove respiriamo sentimenti e sensazioni primordiali, viscerali e intensi, dimostrando la vera natura umana.

Se lo perdessimo?
Ogni
giorno
è
un
giorno
in
più
per respirare
il
nostro
mondo.

Devo essere sincera, le poesie di Alessandro sono state le più difficili da interpretare e capire, principalmente per due motivi:

  • perché l’uomo non vuole vedere la verità, anche se tangibile, illudendosi
  • parole così forti e decise, riescono a destabilizzarti

La raccolta di poesie più riflessive del 2019, con grandi spunti di riflessione sulla vita, natura circostante e il mostro mondo. Molto consigliato, la Tempra Edizioni non sbaglia mai un colpo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...