@jesslibri, Autori tra le righe, contributors

Autori tra le righe – @jessliga_

Scheda Tecnica

  • Nome autore: Jess L.
  • Titolo opera: Oltre le bugie
  • Genere: Contemporary romance
  • Data di pubblicazione: 4 febbraio 2019
  • Formati (ebook e cartaceo) disponibile in cartaceo e in ebook (anche su Kindle Unlimited)
  • Prezzo Cartaceo €9,90
  • Prezzo Ebook €0,99

Trama

Chi è che non mente? È nella natura umana farlo, a volte per proteggerci, a volte per non scoprirci troppo. Per Claire? Per Claire è una cosa normale. Quando si rende conto che la cosa sta degenerando, decide di fare qualcosa.
Non può andare avanti a ‘proteggere’ i suoi genitori, non può mostrarsi sempre la fredda e algida della situazione, non può continuare a mentire ai suoi amici. Non può continuare questa sottospecie di ‘relazione’ col fratello della sua migliore amica.
Sì, proprio con Matthew, il ragazzo che non ha mai sopportato, con cui ha passato anni a battibeccare e a parlarne male.
Eppure, non si sa come, quando hanno iniziato a parlare, ha scoperto nuove cose di lui e soprattutto è venuta a conoscenza che non è tutto come sembra, c’è sempre una doppia faccia della medaglia.
Tra risate, battibecchi e frasi al vetriolo, si verrà al nodo di tutto e si scoprirà che c’è sempre qualcosa dietro a ogni bugia. Forse anche i sentimenti e l’amore.

Recensione libro da parte di @unteconlapalma

Titoli altri libri pubblicati: Travolgimi (agosto 2018)

Social

Social:

Intervista

Che cosa vuoi dirci di te come persona, oltre che come autore/autrice?

Jessica e Jess L. sono due persone abbastanza disgiunte (almeno nella mia testa); Jessica è una persona abbastanza timida ma che sui social fa vedere il suo vero io, combattendo questo suo tratto, ama far sorridere il prossimo ma rimane sulle sue e si butta in tutto quello che può cercando di dare il massimo. Jess L. è piena di creatività, di idee, si esalta facilmente ma non è molto fiduciosa, infatti ogni decisione ci mette una vita a prenderla. Cerca di non pestare i piedi a nessuno e spera sempre di fare sempre qualcosa di buono, nel suo piccolo.

Che cosa ti ha spinto a scrivere questa storia?

Principalmente la voglia di andare oltre. Questo romanzo è nato grazie a una semplice domanda: portiamo tutti delle maschere, nella nostra vita, ma permettiamo mai a qualcuno di vederci veramente? Tutto il libro gira attorno a questo. Alle bugie, dette in buona fede, alla paura di mostrarsi per quello che siamo e soprattutto alla scoperta dei sentimenti. Tutti, bene o male, ci troviamo a mentire. Volevo riuscire a mostrare dei perché lo facciamo

Qual è il messaggio del tuo libro?

Che è inutile nascondersi, soprattutto con sé stessi. Volevo far arrivare il fatto che non siamo sbagliati, che le decisioni che prendiamo possiamo sempre cambiarle, che dobbiamo essere consapevoli delle nostre scelte e di affrontare tutto quello che la vita ci mette sul nostro cammino.

Che cosa vorresti trasmettere al lettore?

Empatia, serenità. È facile pensare solo a noi stessi, ed è ancora più facile vedere tutto nero, ma sono dell’idea che i libri ti salvino. Perdersi in una storia, in problemi altrui, nella felicità altri, credo che sia la cosa più bella, perché per un po’ si azzittiscono i propri pensieri.

Come mai hai scelto questo genere?

Anche se chi mi conosce non lo direbbe, sono un’eterna romantica, può non sembrarlo ma è così. Amo i romance, in tutte le sue forme, quindi oltre che scriverli, li divoro anche. Il romance mi permette di far emergere quella parte di me che tendo a nascondere, che non mostro a tutti o spesso.

Che cosa ritieni abbia di particolare il tuo romanzo?

Veridicità. Anche se per alcuni versi potrebbe sembrare di aver scelto un termine esagerato, visto che parliamo di un romance e c’è la tendenza ad andare avanti con i cliché, ritengo che nei libri debba esserci più verità possibile. Nelle mie storie c’è sempre qualcosa di accaduto realmente, o comunque fattori che possono accadere a chiunque. In Oltre le bugie soprattutto, anche se magari non con le stesse identiche tematiche.

Perché hai scelto di parlarmi di questa storia e non di altre che hai pubblicato?

Sarebbe scontato dire che ho scelto di parlare di Oltre le bugie perché è l’ultimo che ho pubblicato… ho scelto questo romanzo perché ritengo ci sia un messaggio forte, che vorrei risaltasse e arrivasse a più persone possibili.

C’è un personaggio particolare in cui ti identifichi di più? Se sì, perché?

Credo sia abbastanza normale mettere qualcosa di sé in ogni personaggio, ma in Travolgimi rivedo me nella protagonista, per fatti accaduti nella mia vita e per come li ho affrontati. Quindi Elise mi ricorda la me adolescente… in Oltre le bugie c’è un po’ di me in Claire, la protagonista, ma solo per il voler essere forte, il farsi vedere sempre con il sorriso anche se si sta morendo dentro. In realtà credo che il personaggio che mi rappresenti di più sia quello del libro nuovo che sto scrivendo.

Quando scrivi un romanzo sai già come andrà a finire la storia oppure parti da un’idea generale e poi ti lasci trasportare dal racconto stesso?

Fino ad ora sono sempre andata a briglia sciolta. Partivo con un’idea iniziale, poi mi facevo trasportare dai personaggi. Con il libro che ho in stesura, invece, ho capito di doverci andare con i piedi di piombo… quindi sì, ho abbozzato l’idea, ho iniziato a scrivere ma più e più volte mi sono fermata per accertarmi che tutto avesse un filo logico. I finali… no, i finale sono una sorpresa anche per me. Con Oltre le bugie avevo tutt’altro in mente, ma alla fine è come se fossero stati i personaggi stessi a dirmi di stopparmi… e non ho fatto altro che assecondarli.

Cosa rappresenta per te la scrittura? E a che età hai iniziato a scrivere?

La scrittura mi ha salvata. L’ho scoperta in un periodo della mia vita dove non avevo obiettivi, stimoli e vedevo tutto nero. Avevo 17 anni quando ho iniziato a tirare fuori le mie idee e in un certo senso è come se mi fossi messa in “gara”, visto che quello che scrivevo lo pubblicavo in un sito di fan fiction e ricevevo pareri. È da lì, tra l’altro, che è nato Travolgimi.

Stai già lavorando ad un nuovo romanzo?

Ebbene sì e sono quasi in dirittura di arrivo. Da una parte non vedo l’ora di farlo leggere a chi mi segue, a chi sta aspettando la storia su Oliver. Una parte di me, però, è terrorizzata, ma solo perché so che questa storia è differente dalle altre che ho scritto e tratta argomenti un po’ più duri e veri.

Devi consigliare il tuo libro a un nuovo lettore. Cosa gli diresti?

Di non farlo. No, scherzo… in effetti è una domanda difficile. Ci metto sempre tutta me stessa nella scrittura, cerco di essere sempre il più vera possibile, senza esagerare negli stereotipi. I miei personaggi hanno più difetti che pregi, così come le persone vere. Però loro hanno il lieto fine, sempre. La vita è già fin troppo dura; da lettrice cerco sempre quella storia che mi trasmetti qualcosa (lo schifo sarebbe meglio di no), che mi faccia emozionare, che mi faccia staccare dai miei problemi e dai miei pensieri… ecco, spero di riuscire a fare tutto ciò con i miei libri.

Domanda Plus

Ti lascio libero/a di aggiungere tutto quello che vuoi sui tuoi romanzi e il lavoro che c’è stato dietro, o il tuo amore per la lettura e la scrittura.

Scrivere non è semplice, abbiamo tutti molte idee ma metterle su carta, renderli “reali” non è così facile. Si dice che tra il dire e il fare ci sia di mezzo il mare, ecco, non potrebbe esserci un detto più vero. Credo sia importante tenere sempre a mente che dietro a un romanzo pubblicato c’è una persona, una persona che in quelle pagine ci ha pianto, riso e versato sudore. Come ho già detto, nei miei libri ci ho messo tutta me stessa. In Travolgimi c’è la me adolescente, in Oltre le bugie c’è la possibilità di vedere cosa si nasconde dietro a delle bugie dette, ma soprattutto c’è realismo, voglia di non essere invisibili. La scrittura rende liberi, e mi piace pensare che nel mio piccolo (anche se non ho una casa editrice dietro e non sono nessuno ) sto facendo qualcosa di buono, e non solo per me, ma anche per chi sceglie di leggermi.

Vuoi sapere di più su questa iniziativa? Clicca qui

4 pensieri riguardo “Autori tra le righe – @jessliga_”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...