Amministratrice @unteconlapalma, Collaborazione - Casa Editrice, Narrativa, Review Party

Review Party – Cosa resta di Male – Gianmarco Soldi

E se il tuo desiderio più grande fosse la tua più grande paura? In questo sorprendente romanzo d’esordio, Gianmarco Soldi racconta la storia di una passione giovane ma potentissima, nata in una provincia senza orizzonti e senza certezze in cui l’amore è l’unico futuro davvero possibile.

Buongiorno fanciulli, oggi parliamo di un libro ricevuto dalla casa editrice Rizzoli. Libro dalla forte simbologia che ha aperto un’accesa discussione nella mia famiglia.

Scheda Tecnica

  • TITOLO: Cosa resta di Male
  • AUTORE: Gianmarco Soldi
  • CASA EDITRICE: Rizzoli
  • COLLANA: Rizzoli Narratica
  • DATA USCITA: 5 Marzo 2019
  • PREZZO FLESSIBILE: 18,00 euro
  • PREZZO EBOOK: 9,99 euro

Biografia

Gianmarco Soldi è nato nel 1992 e vive in provincia di Cremona. Laureato in Comunicazione d’impresa e dei media, è musicista e compositore, collabora come autore con diversi artisti, orchestre ed edizioni. Il suo primo romanzo, “Cosa resta di Male“, è pubblicato da Rizzoli (marzo 2019).

Trama

Mi voltai di scatto. C’era una ragazzina esile e pallida, con i capelli neri e gli occhi ancora più neri. «Ti va di unire le nostre solitudini?»

È un torrido pomeriggio d’agosto, il sole picchia sulla pianura Padana seccando l’erba e il granturco. Amato è nascosto in macchina con la cuginetta Gioia, che ha appena schiacciato una lucertola sotto la scarpa. «Ora devi fare una cosa» gli dice, «altrimenti schiaccerò anche te. Devi baciarmi i piedi, come a una principessa.» Amato è ancora un bambino, eppure una scintilla buia gli si accende dentro. Desiderio, vergogna, paura: sentimenti che non sa come gestire né con chi condividere. Finché nella sua vita non arriva Malena, detta Male, una ragazzina con la pelle di luna e l’oscurità in fondo agli occhi. Capelli neri, felpa nera, scarpe nere. Ad Amato basta uno sguardo per capire che da quel momento non sarà più solo: gli amici, la musica, la nebbia malinconica del cielo di Cremona, tutto resta sullo sfondo per fare spazio a questo nuovo mondo a due. Lui e Male si scoprono, si ascoltano, si riconoscono l’uno nell’altra togliendosi ogni giorno un pezzo di corazza mentre la loro affinità si trasforma, col tempo, in una tenera e feroce educazione sentimentale.

Recensione

Non mi capita spesso di finire di leggere un libro, rimanere sconvolta piacevolmente, e ritrovarmi a confrontarmi con genitori e amici. Questo libro è stato l’apertura di una discussione/confronto per alcune tematiche trattate. Parliamo per gradi.

Il nostro protagonista si chiama Amato (un nome molto particolare e dal significato intrinseco in tutta la storia), per le persone più affezzionate Ami, un bambino spigliato e intelligente, figlio di una famiglia benestante e amico stretto di Claudio e Klejdis (punti di riferimento costante del nostro protagonista). La storia viene ambientata fine anni ’90 quando Amato possiede solo 5 anni. Il nostro protagonista, causa episodio particolarmente spiacevole/piacevole insieme alla cugina Gioia ( una tipina particolamente fastidiosa), inizierà il suo percorso interiore, prima da ometto e poi da ragazzo/uomo, scoprendo di osservare e adorare una particolare parte anatomica della figura femminile….i piedi!!!

Precisazione doverosa, la storia viene narrata in un’epoca ben precisa ( a cavallo tra fine anni ’90 e inizi anni ’00) dove argomenti come omossessualità e/o feticismo venivano censurati soprattutto in un paesino estremamente piccolo, vicino Cremona.

Da questo momento il nostro protagonista dovrà affrontare diverse lotte contro se stesso e questa sua ‘perversione’ (come citato anche nel testo) metteranno a dura prova tutti i rapporti di amicizia e frequentazione che Amato incontrerà nel suo percorso. In questa fase del libro viene raccontato, quasi mostrato, un’epoca dove i pregiudizi erano le fondamenta della società. Verranno trattati argomento molto forti come appunto l’omosessualità, la violenza fisica e mentale, la dittatura di genitori che, spinti da un amore folle per i figli, impongono scelte di vita predefinite, senza via d’uscita e argomento di forte discussione sarà anche la crisi economica.

Durante questo percorso il nostro protagonista troverà Malena, detta Male (sì, il titolo farà riferimento continuamente a questo personaggio fondamentale e decisivo nella storia), antagonista di Amato perchè tutte le sue paure saranno la fiamma che alimenterà una ragazzina cresciuta troppo in fretta per la sua età.

Il libro, per scelta, è suddiviso in quattro macro categorie, segnate da momenti decisivi e importanti, e successivi micro categorie. Metodo di rappresentazione, a mio avviso, ben riuscito. Ho trovato una scrittura avvincente e piena dalle primissime pagine, una storia che ti culla all’inizio e ti scaraventa nella dura realtà dopo, il modo di gestire le situazioni/tematiche senza mezzi termini (sì, trovereti in rari casi parole senza filtri), e la sfrontatezza riscontrata nel raccontare la crescita fisica e mentale del nostro protagonista, sia in riferimento alla sua vita sessuale che nella quotidianità.

Un libro forte, deciso con picchi di brio e discese tragiche che valorizzano una storia, nel complesso, scritta con giudizio e precisione. Complimenti veramente sentiti a Gianmarco Soldi. Complimenti.

LIBRO CONSIGLIATO

Non aspettatevi una storia semplice da leggere, dovete assaporarlo con i vostri tempi, ma che lascia il segno.

Un bacio dalla vostra Palma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...