Amministratrice @unteconlapalma, Collaborazione - Autori Emergenti, Recensione, Thriller

Recensione – La ragazza nel bosco – Carmen Weiz

Buongiorno fanciulli, oggi recensione dedicato alla serie di Carmen Weiz, Swiss Stories.

Scheda Tecnica

  • Titolo: La ragazza nel bosco
  • Autrice: Carmen Weiz
  • Editore: Edizioni Quest
  • Genere: Thriller
  • Data di Pubblicazione: 13 Aprile 2018
  • Copertina flessibile: 14,82 euro link
  • Ebook: 2,99 euro link

Sinossi

Direttamente dalle foreste di pini in Svizzera arriva…
È un triste scherzo del destino quello che catapulta Anna, giovane ragazza brasiliana, in una realtà più grande di lei. Spinta dal desiderio di fare del bene, si ritrova schiava della tratta di esseri umani, in mano ad aguzzini senza pietà, pronti a venderla al miglior offerente.
Solo la sua astuzia le permetterà di fuggire, aiutata dall’ufficiale svizzero Thomas Graff, uomo dal cuore di ghiaccio e da un passato che non riesce a lasciarsi alle spalle. Uno scontro tra due diverse culture che farà volare scintille!
Questa è la storia di Anna, ingiustamente vittima come tante altre donne. Tra intrighi, tradimenti, crimini e giochi del destino una giovane donna lotterà per la sua libertà e per l’amore.
Primo volume autoconclusivo delle Swiss Stories, consigliato ad un pubblico adulto.

Recensione

Premessa doverosa, questo libro viene collocato nella serie Swiss Stories scritti da Carmen Weiz. Vengono definiti auto conclusivi ma, a mio parere personale, ho l’impressione che i nostri protagonisti verranno traslati anche nel seguito.

I nostri protagonisti, di questo romanzo dai tratti rosa/giallo, sono principalmente due: Anna e Thomas.

Anna è una ragazza acqua e sapone, raggiunge il Brasile con la convinzione di fare volontariato. Noteremo subito alcuni episodi che faranno capire quanto sarà faticoso il suo cammino e soprattutto il perché della comparsa, apparentemente casuale, di Thomas. La nostra protagonista a causa della sua ingenuità, verrà sfruttata e usata per scopi poco leciti.

Ecco con viene in scena Thomas, poliziotto che aiuterà la nostra protagonista su un punto di non ritorno, indagando anche sulla sua storia e su tutto quello che avviene intorno a lei.

La scrittura viene impostata a Pov dedicando i capitoli ai pensieri dei nostri protagonisti. Ovviamente la storia diventa sempre più articolata mano mano che assorbite il libro, trovando spazio anche all’attrazione tra i due e un meccanismo contorto, dove lo sfruttamento delle donne sarà l’apice

Anna è una semplice ragazza, arriva dal Brasile convinta di andare a fare la volontaria in un centro di accoglienza. Il suo viaggio però sarà molto più duro e in salita. Il suo incontro con Thomas non è per nulla convenzionale: lui la salva da morte certa. La protegge, la accoglie nella sua famiglia e cerca di trovare chi vuole farle del male. Thomas è un poliziotto tutto d’un pezzo, ferito dall’amore in passato, non cerca di certo un’altra storia. Le emozioni, i brividi che prova quando è vicino ad Anna, da quando la prende in braccio la prima volta per salvarla, lo spiazzano, lo rendono nervoso e in parte anche spaventato. Una storia molto intriganti che mi ha catturata, un mix azzeccato tra giallo e rosa. Pagina dopo pagina indizi su chi è il responsabile della tratta di esseri umani, una mezza idea ce l’ho avuta fin dall’inizio ma in alcuni punti mi sono ritrovata a pensare se avessi ragione o no e fino alla fine non ero sicura di aver individuato il colpevole. Pagina dopo pagina l’attrazione e le sensazioni forti che provano Thomas e Anna vanno ad aumentare. La semplicità di Anna, la sua dolcezza, ma anche la forza che trova per aiutare a tutti i costi nelle indagini, mi hanno colpita molto: dopo tutto quello che ha subito trova ancora il coraggio di affrontare altre situazioni difficili e pericolose.

Devo dire che da buona amante di gialli, speravo in una nota predominante di questo aspetto ma non dispiace l’evoluzione del tutto. CI sono alcuni momenti che possono risultare scontati ma, vi dirò, il finale ha soddisfatto la mia curiosità.

Nota a sfavore, se non amate i cambi di prospettive/pensieri continuo, non è un genere per voi.

Se invece volete sapere costantemente tutto quello che passa per la testa dei protagonisti, potete acquistare ad occhi chiusi il libro.

Penso di aver dato la giusta infarinatura del tutto.

Se volete tentare la fortuna potete rimenere sintonizzati su questi schermi.


– dalle 9:00 mattino del sabato 10 agosto fino alle 9:00 mattino del lunedì 12 agosto, scarica gratis su Amazon il libro “La Ragazza nel Bosco

– lascia una piccola recensione su Amazon 

– il 17 agosto verrà sorteggiato il vincitore, in condivisione con Un tè con Palma su Instagram

Un pensiero riguardo “Recensione – La ragazza nel bosco – Carmen Weiz”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...