Amministratrice @unteconlapalma, Collaborazione - Casa Editrice, Recensione, Review Party

Recensione – Boccioli di Rose – Maria Cristina Pizzuto

Copia omaggio offerta dall’autore

Buongiorno fanciulli, oggi parliamo di un libro interessante perché tratta una tematica molto attuale. Offre spunto di discussione e confronto. Cercherò di trattare il tutto in modo molto schietto e senza filtri.

Scheda Tecnica

TRAMA:
Il libro presenta la vita interpretata dagli occhi di una ragazza anoressica, sotto molteplici aspetti della quotidianità. Si alternano stralci di riflessioni, pensieri, emozioni, e paragrafi in cui lei descrive come uscire da quei meccanismi della mente, e dunque, con l’andar del tempo, in che modo venire fuori dal tunnel dell’anoressia.


RECENSIONE:

Desidero iniziare questa recensione mostrando i miei più sentiti incoraggiamenti per l’autrice di questo libro. Come si evince dalla copertina, il libro è scritto sotto forma di diario, tratto dalla storia/esperienza dell’autrice in merito alla malattia dell’anoressia. Cercherò di non toccare in prima persona il contenuto interno perchè merita di essere scoperto da solo.

In questo libro troviamo la storia di una ragazza che scandisce ogni fase della sua vita, partendo dall’adolescenza fino all’età matura, ragionando sulla sua esistenza e in particolare sul perchè lei risulta sbagliata sotto gli occhi di tutti compresi i suoi genitori.

Non troverete una descrizione minuziosa del cambiamento fisico, bensì del suo mutamento mentale perchè, utilizzando una sua citazione…l’anoressia è…

[…] Una malattia che non colpisce organi esterni ma interni, e in questo caso sono stati colpiti il cuore e il cervello. […]

Pagine dalla forte intensità e importanza.

Penso che l’autrice desidera dimostrare, grazie alle parole e alla sua esperienza, che cosa succede nella mente delle persone che soffrono di questo malessere mentale e, soprattutto, quello che succede nelle persone circostanti. Perchè ricordiamoci che per risolvere queste tipologie di problematiche l’amore delle persone care è fondamentale.

Si sentono soli e inermi senza via d’uscita. Ho apprezzato molto il tentativo dell’autrice di espandere, quasi urlare, i suoipensieri.

Nella mia vita non ho sofferto di questa malattia ma so cosa vuol dire sentirsi diversa e non accettata.

Il libro conclude con un messaggio, senza filtri, alle mamme. Aiutare i proprio figli avvicinandosi in mariera concreta.

Un turbine di sensazioni veramente contrastanti, difficili anche da esprimere.

Consiglio questo libro a tutte quelle persone che vogliono aiutare delle persone in difficoltà, sentire quello che provano e vedere con i propri occhi.

Un libro breve, ma pieno di messaggi.

Un bacio la vostra Palma

2 pensieri riguardo “Recensione – Boccioli di Rose – Maria Cristina Pizzuto”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...