@lagattadeilibri - Wattpad, contributors, Recensione, segnalazione, Wattpad

Recensione – La custode dei cuori – Sasha Nye

Ciao a tutti! Sono felicissima di inaugurare il mio ruolo da contributor con una storia bellissima che per me è conosciuta meno di quanto merita. Vi invito a dare una sbirciatina alla recensione…spero che vi incuriosisca e vi spinga ad aggiungere la storia nella vostra biblioteca privata.

Scheda Tecnica

Sinossi

“Custodisci. Sempre. Comunque. Dovunque.”

Sasha Porter vive per sopravvivere…o meglio, si è limitata a questo fino alla morte prematura della madre uccisa nel parcheggio di uno strip club. Da allora, la sua arroganza e la dose di violenza che riservava verso chiunque facesse del male a Luke, è accompagnata da un sentimento molto più profondo quanto letale: la rabbia. Ciò che le importa realmente non sono gli sguardi colmi di disgusto che le riserva la gente, né i loro giudizi, ma l’incolumità di suo fratello (Luke), affetto da una malattia genetica, la sindrome di Down, che spesso è protagonista degli atti di bullismo con cui ogni giorno lotta. Incline per sua natura alla trasgressione delle regole, Sasha si vedrà costretta a vivere in un ambiente distante da ciò che definisce “casa” ospitata da suo zio e a frequentare una scuola particolare nella quale combatterà in tutti i modi per preservare la sua indipendenza. Nuove conoscenze, segreti nascosti e misteri irrisolti daranno vita alla sua avventura, alla sua rinascita.

RECENSIONE

Una storia unica, una ventata fresca di emozioni singolari che arrivano all’altezza del cuore prima ancora di poterli carpire nell’aria, una visione autentica di tutto ciò che si ritiene più distante di quanto non lo sia veramente dalla propria vita, in un’unica corrente violenta che porta con sé l’odore di una cruda realtà.

Una realtà che esiste e che non va ignorata, una realtà della quale pochi hanno il coraggio di parlare e che passa giorno per giorno sempre di più in secondo piano, una realtà che tra poco rimarrà totalmente nascosta dalle futili nozioni di cui la società ci sommerge.La stessa che in questa storia ha il nome di Sasha Porter, la donna più forte che io abbia mai conosciuto attraverso un libro. No, non ho sbagliato a scriverlo, né tu hai capito male: definirla “ragazza” sarebbe davvero riduttivo nonostante i suoi diciassette anni dimostrino il contrario. Sasha è donna lo stesso perché guarda in faccia ai problemi senza timore, perché ama incondizionatamente la sua famiglia, perché da’ tutta sé stessa a chi lo merita e perché lotta contro chiunque voglia mettersi tra lei e il suo lecito diritto di scegliere per la sua vita. Mi ha fatto comprendere a pieno quanto il trucco perfetto, i vestiti aderenti e i tacchi a spillo non facciano delle “femmine” autentiche donne. E la cosa più bella è che in tutto questo si mostra come un’umana a tutti gli effetti: giusta nei suoi sbagli, perfetta nella sua imperfezione.

Per quanto riguarda “l’analisi tecnica” è stato per me molto difficile avere un quadro generale della situazione, quindi  dirò a grandi linee ciò che ho notato. Mi è sembrato molto interessante come, nel corso della narrazione, nozioni contenutistiche si intrecciassero alle varie tematiche importanti che l’autrice affronta creando uno sfondo di supporto alle vicende. La lettura è molto scorrevole perché lo stile dell’autrice è frammentato. Si rileva anche la presenza di tanti dialoghi a sostegno di quanto affermato prima. Nel complesso, è una storia meravigliosa, che non presenta imperfezioni nella forma o nel significato contenutistico. L’unico fattore che potrebbe essere considerato un difetto ma che di fatto non lo è, risiede nel linguaggio che è abbastanza forte e presenta turpiloqui . 

Concludo impiegando giusto tre parole su questo punto: in una storia, la terminologia deve essere fedele al contesto. Un libro che mette di fronte alla verità, deve utilizzare parole che si adattino ad essa stessa perché, per quanto questa possa essere triste, deve rimanere verità. Se così non fosse, sarebbe stato vano il tentativo di portare un pezzo di quel mondo in una storia. Detto ciò, spero di avervi dato un motivo in più per aggiungere “La custode di cuori” nella vostra biblioteca e nel vostro cuore.

La gatta dei libri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...