2° Appuntamento, Amministratrice @unteconlapalma, Open Blog, Recensione

#openblog _ Absence – La memoria che resta Autore _ Chiara Panzuti – 2° Appuntamento

https://unteconlapalma.video.blog/openblog/

“La guardò dritta negli occhi mentre lo faceva, diretto come al solito, senza maschere o filtri. La guardò come se esistesse soltanto lei in tutta la riserva naturale, come se non ci fosse nulla di altrettanto importante. La guardò per dirle: tu non sei invisibile.”

Scheda Tecnica

Titolo: La memoria che resta
Autore: Chiara Panzuti
Editore: Fazi
Genere: Distopico
Data di pubblicazione: 9 Maggio 2019
Pagine: 332 pp., copertina flessibile
Voto: 5/5

Trama

In questo episodio conclusivo della serie di Absence, la squadra Gamma è di nuovo riunita, ma i rapporti sono tesi e le liti frequenti: Jared e Christabel non si fidano più di Faith, dopo il periodo che ha trascorso con gli Alfa sull’isola di Bintan; Scott è l’unico a non dubitare della sua lealtà. Decisa a proteggere i suoi amici e a conoscere il vero scopo del gioco spietato che li ha resi invisibili al mondo, Faith segue le indicazioni della mappa lasciatale da Ephraim, prima dell’ultima prova a Clyde River. Raggiunge così la squadra Alfa a Iqaluit, Canada, dove la ragazza comincia a scoprire la vera identità di Davon ? l’uomo in nero ?, i fantasmi che abitano l’impetuosa Abigail e la natura della sua attrazione verso Ephraim. A poco a poco tutti i tasselli andranno finalmente al loro posto, componendo il disegno crudele congegnato dall’Illusionista, un uomo ossessionato dal proprio passato e divorato dal desiderio di vendetta. Nella prova finale, il suo piano perverso condurrà Faith e i suoi amici a scontrarsi con i propri limiti, il dolore e la morte, ma soprattutto svelerà loro il valore dell’amicizia e la forza interiore maturata da ciascuno durante quell’atroce esperienza. Tornare a essere visibili è davvero essenziale per realizzare se stessi? Fino a che punto l’essere riconosciuti dagli altri determina la nostra esistenza?

“«Non sempre quello che vuoi è quello che ottieni. Non sempre il modo in cui cerchi di ottenerlo è il modo giusto per averlo. E, a volte, devi arrenderti all’idea di cambiare se vuoi arrivare alla meta. Impara chi devi essere, cosa devi pensare e come devi agire per centrare il bersaglio»”.

Recensione

Buongiorno lettori!
È col cuore ridotto in mille pezzi che vi scrivo. Frammenti di cuore che hanno ciascuno un nome diverso: Faith, Ephraim, Scott, Abigail, Christabel, Jared e, chi l’avrebbe detto mai, Davon. Tutti personaggi che ho avuto l’occasione di conoscere grazie alla trilogia di Absence e che mi sono entrati nel cuore.
Lo stile di scrittura dell’autrice è coinvolgente e magnetico, scorrevole ed emozionante. Sono diventata invisibile insieme ai personaggi, ho combattuto, ho sofferto, ho pianto insieme a loro e alla fine ho preso coscienza della realtà dei fatti e mi sono ritrovata costretta a intraprendere un altro viaggio, ma questa volta senza la loro compagnia. Non sarà facile separarmi da questi ragazzi che mi sono entrati dentro e che hanno parlato alla mia anima. Ma come dice anche Chiara Panzuti nella parte riservata ai ringraziamenti, citando Paulo Coelho, bisogna chiudere i cicli.
A mio parere la trilogia di Absence è qualcosa di originale che tratta due temi molto importanti; quello dell’identità e quello dell’invisibilità. Credo che sia capitato a tutti almeno una volta nella vita di sentirsi invisibili, non ascoltati, non considerati. E cosa succede se effettivamente siamo invisibili? Esistiamo davvero? Abbiamo davvero un’identità? Abbiamo un’importanza? Attraverso il percorso dei personaggi scopriamo il punto di vista di Chiara Panzuti, con il quale mi trovo d’accordo.

“«Noi ci siamo conosciuti proprio quando la nostra identità è venuta meno, e ci siamo ricostruiti l’uno sul corpo dell’altra per venirne fuori. Non possiamo pretendere di baciarci, tenerci per mano, se entrambi siamo totalmente persi. Non possiamo pretendere di amarci senza prima sapere chi siamo, cosa ci definisce, quali valori ci muovono, indipendentemente da chi ci vede e chi no. È per questo che ci siamo arenati, perché noi stiamo pretendendo»”

La memoria che resta è stato il capitolo conclusivo di questo viaggio. Una conclusione perfetta e coerente. Un libro che mi ha sorpresa e sconvolta, mi ha fatto riflettere, mi ha devastata e incoraggiata.
Tutti i pezzi del puzzle si incastrano alla perfezione. Non mi sarei aspettata un risvolto simile della storia, la motivazione che ci sta dietro l’NH1. Così come non mi sarei aspettata di rimanerci male per la morte di un personaggio né tanto meno quella di un altro. I personaggi si ritrovano a combattere una guerra e di conseguenza è chiaro che qualcuno non sopravviverà, ma quando è stato uno dei miei personaggi preferiti a morire, mi si è spezzato il cuore. L’epilogo poi, è stato la goccia a far traboccare il vaso. Lì non c’è stato modo di fermare le mie lacrime.
Se non l’avete ancora fatto, fatevi un favore, leggete la trilogia di Absence. Perché tocca temi importanti ma senza appesantire. Perché è avvincente, coinvolgente, sorprendente, scorrevole ed emozionante. Fa parte di quella categoria di libri che non si dimentica tanto facilmente. E sì, sto ancora soffrendo perché non voglio lasciare andare questa storia e i suoi personaggi, ma il bello dei libri è che si possono rileggere e io sicuramente lo farò presto.
Perdonate questa recensione più lunga del solito, ma ne avevo bisogno. Era essenziale per farvi capire quanto è bella questa trilogia e quanto meriti di essere letta.

Un abbraccio, Serena.

CONTATTI:

https://unteconlapalma.video.blog/openblog/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...