1° Appuntamento, Amministratrice @unteconlapalma, Open Blog

1° Open Blog – Come chi si aggrappa al filo dei ricordi – Sara Masvar

Open Blog è l’iniziativa mensile creata su questo blog, per ulteriori chiarimenti clicca qui.

Articolo realizzato da @saramasvar e Facebook

Ciao sono Sofia e non faccio sesso col fratellino della mia migliore amica da tre giorni. Dai, in coro, ciao Sofia. Che cazzo, parlo da sola come se fossi agli alcolisti anonimi senza altri alcolisti intorno ma con tanto alcool in circolo. Sto andando fuori di testa? Sto andando fuori di testa. Rewind.

Scheda Tecnica

Sinossi

“Amiche per sempre, ce lo siamo giurate che eravamo due bambine, ce lo siamo dette mille volte che eravamo due adolescenti, ce lo siamo ripetute anche mentre le nostre strade erano al bivio. Ora tu ti sposi ed io devo starti dietro ed essere felice per te mentre non so neanche cosa voglia esserlo davvero. Ma tu lo sei davvero? Lui è l’uomo giusto per te? Ed io non posso dirti niente, perché non so se sono felice e se lo sono non è il momento giusto, non è la persona giusta. .Avrei dovuto dirtelo prima Silvia ma che senso avrebbe avuto? Con tuo fratello non è niente di importante, dopotutto, è solo sesso ogni tanto perché ci va. Ed ora è troppo tardi, perché ti sposi, e non ha senso rovinare tutto per te. Abbiamo tempo, per capire che donne siamo diventate e che tipo di amiche saremo.”

Se state per leggere Come chi si aggrappa al filo dei ricordi sappiate che è la mia storia, la storia della mia vita, la storia dei miei casini, la storia dei miei fottuti anni migliori. La storia della mia migliore amica Silvia, la storia della nostra amicizia, la storia di come io questa amicizia potrei potenzialmente rovinarla a breve. Ma come perché, che genere di problemi avete, ve l’avranno insegnato a leggere? Mi scopo suo fratello minore, a voi piacerebbe se la vostra migliore amica facesse una roba del genere? A me non troppo ma, per fortuna, mio fratello minore è gay. Rischio di cadere nel trash, un attimo. Rewind di nuovo.

Mi hanno chiesto la sinossi, dovrei essere breve concisa sicura di me. È anche il mio cazzo di lavoro. Merda, devo smettere di scrivere come parlo. Ad ogni modo non vi aspettate troppo, è la mia vita, cosa ve lo dico a fare, niente di interessante, per quello ci sono le biografie degli attori anche se per esperienza vi posso dire che molti mentono, eccome se mentono. Lo so perché, ripeto, è il mio fottuto lavoro. Tu in terza fila con gli occhiali già mi piaci, bella domanda. Sì faccio un lavoro decisamente fico. Sono una freelance, una giornalista freelance, giro il mondo intervisto attori e cantanti mi faccio le canne con. No un attimo, forse è meglio non fare nomi che poi sai le beghe con lo studio legale, quelle ci mancano nella mia vita. Comunque avete capito.

Dico parolacce a tutto spiano, fumo, bevo, ogni tanto mi drogo, mi faccio il fratello della mia migliore amica. Sono una bad girl. Ma non pensate mica sia così semplice esserlo, perché forse -e specifico forse mica dico che è così- è tutta una facciata la mia. Ma questo non è il momento giusto per dirlo, non è il momento giusto per parlarne. C’è un libro intero già pronto su Amazon che ne tratta in abbondanza. Come chi si aggrappa al filo dei ricordi. Segnatevelo. E, senza fare troppi spoiler, preparatevi perché la mia storia non è così dura e scura come voglio farvi credere, come vorrei che fosse, come avrei preferito che andasse. Non vado oltre perché pensarci mi fa stare male. No, non sto piangendo. Piantala di guardarmi, cosa c’è non hai mai visto qualcuno sbucciare le cipolle mentre sta parlando!?

Però questo ve lo devo dire, ci tengo. Silvia mi ha mandato un messaggio tanto tempo fa dicendomi che doveva parlarmi, che doveva dirmi una cosa importantissima. Silvia è il folletto buono sulla spalla del diavolo che mi governa, non ho potuto fare a meno di dirle sì e d’incontrarla. E poi? E poi leggetevi il libro e non fatemi innervosire. Ed ora devo andare. Cià.

Sara

Open Blog è l’iniziativa mensile creata su questo blog, per ulteriori chiarimenti clicca qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...