1° Appuntamento, Amministratrice @unteconlapalma, Open Blog

1° Open Blog – Piccole vite infelici – Stefano Labbia

Open Blog è l’iniziativa mensile creata su questo blog, per ulteriori chiarimenti clicca qui.

Articolo realizzato da Instagram e Facebook.

Buongiorno cari lettori!

Oggi vi parlo di PICCOLE VITE INFELICI di @stefanolabbia edito da @mauriziovetrieditore.

Scheda Tecnica

  • Titolo: Piccole vite infelici
  • Autore: Stefano Labbia
  • Copertina flessibile: 96 pagine
  • Editore: Maurizio Vetri Editore
  • Pubblicazione: (9 ottobre 2018)
  • Collana: Narrativa
  • Ebook: 2,90 euro

Sinossi

Giorni nostri. Quattro personaggi in cerca di pace nella quotidianità caotica del mondo (a)sociale del nuovo millennio. Quattro persone si incontrano, si sfiorano, collaborano, vivono, si amano. Poi si perdono di vista, perdono opportunità, occasioni, fanno scelte (talvolta opinabili), si maledicono. Come se niente fosse. Come se tutto ciò che hanno condiviso nel passato recente non avesse alcun valore. Ne emotivamente, nè lavorativamente. Piccole vite infelici parla delle esistenze di Melina, Marco Marcello, Caio Sano e Maya in una Capitale d’Italia glaciale, non per il freddo ma per la nuda e gelida umanità che la anima. Una Roma multiculturale nel 2015 che fa da sfondo alle vicende dei protagonisti bramosi di essere finalmente valorizzati dall’altro e maledettamente insicuri e complessati nei loro confronti al contempo. Una città, Roma, che sa amarli per poi nascondersi tra le pieghe della sua imponente fragilità, raggomitolandosi su sé stessa per giocare al gatto con il topo con i suoi cittadini tutti. Che l’abitano, la visitano, la colorano. E poi la violentano brutalmente senza alcuna pietà.

Recensione

“Erano tutti delle teste di cazzo.⠀
Ma delle enormi teste di cazzo. Non per un sentimento di superiorità nei loro confronti, no. Ma solo per un senso di vuoto, un indicibile vuoto che lo sballottava qua e là nel bieco mondo in cui viveva e che non capiva appieno.”⠀

Si tratta di un romanzo breve e densissimo.⠀
La vicenda ruota attorno a quattro personaggi principali: Caio Sano, Melina, Marco Marcello, Maya. Si incontrano per vari progetti ed idee che hanno per la testa e che tentano di portare a termine; da questi incontri nasce una catena di altri incontri con altri personaggi secondari.⠀
Difficile da spiegare, più “facile” capirlo leggendo.

😂

Assistiamo dunque allo svolgersi di questi incontri e di queste vite in una cornice particolare: Roma, città eterna, che promette ma non sempre mantiene la parola data. Pieni di idee e desiderio di rivalsa nei confronti di una società o di una famiglia che troppo spesso li ha rifiutati, i personaggi si muovono per la città, per l’Italia e, alla fine, per Londra (ritorno della città come luogo di realizzazione dei sogni) con un briciolo di speranza, alla ricerca di una rinascita, di una epifania.⠀
Non tutti troveranno quello che cercano. Alcuni si perdono nei vicoli della città, incapaci di risalire dopo la discesa agli inferi.⠀

I miei più sinceri complimenti all’autore, capace di creare un universo in 80 pagine. Molti sono i rimandi alla grande letteratura: Roma ricorda molto la Dublino di Joyce; si trovano echi danteschi, discesa e risalita intima e nella società.⠀
Super consigliato!!!⠀

Buona giornata

Francisca.

Open Blog è l’iniziativa mensile creata su questo blog, per ulteriori chiarimenti clicca qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...